Ernesto Gandini

Ernesto Gandini

Ciao a tutti

Eccomi qui. Ci sono anche io. Sono Ernesto Gandini e sono in questo ambiente dal 1984. Con la radio ho sempre avuto un ottimo rapporto.

La passione per la radio (come ascoltatore) è nata da piccolo, ascoltando le reti Rai, RadioMonteCarlo e Radio Capodistria. Per me erano un must a quei tempi.

ll primo ricordo legato alla musica è abbinato agli Stereo 8 nella macchina di mio padre. L’arternativa alla passione per la musica è sempre stato lo sport. Podismo sopratutto. Sai quante volte ho corso con la musica nelle orecchie? Hai voglia!!! 

La musica e lo sport e' sempre stato una abbinamento molto forte per me, richiamato anche da trasmissioni radiofoniche come la Hit Parade di Lelio Luttazzi, il Gran Varietà condotto da Johnny Dorelli e TICMPM (Tutto Il Calcio Minuto Per Minuto) con le voci storiche di Enrico Ameri e Sandro Ciotti.

Mi piace la musica pop ed anche se e’ un tipo di musica di facile ascolto, poco elaborata e spesso destinata a semplice intrattenimento, ho anche altri gusti musicali che spaziano dalla dance, all’house  alla musica afro. Quando mi capita l’occasione faccio delle serate a tema oppure, per il semplice gusto dell’intrattenimento insieme agli amici propongo quel tipo di musica di cui vi ho appena parlato.

Molte sono le canzoni che mi piacciono, e sarebbe difficile per me individuarne una più bella di tutte.

Ad una canzone pero’ sono particolarmente legato e fa così..Un vento a trenta gradi sotto zero, incontrastato sulle piazze vuote e contro i campanili..l’avete riconosciuta?

Ecco..esatto, proprio lei. “Prospettiva Nievski” di Franco Battiato.

Con Pop Up Week End, programma che conduco da 12 anni, vi portero’ l’informazione musicale con novità discografiche italiane, quelle internazionali, e novità discografiche emergenti tenute da bands o artisti locali.

Per quanto riguarda Radio Blu Italia sono davvero entusiasta di farne parte e ringrazio Paolo Puglia che me ne ha dato la possibilità’.

Infine concludo con una descrizione dedicata alla radio. Non e’ mia, ma la cito ogni volta che qualcuno mi chiede che cos’e’ per me la radio, e fa così:Ho sempre trovato qualcosa alla radio. Proprio come i treni e le campane, era parte della colonna sonora della mia vita.

Le parole non sono le mie, sono di quel genio di Bob Dylan, ma allo stesso tempo ci vedo me stesso.

Vi aspetto ogni venerdì a mezzogiorno ora italiana con Pop Up Week End.

Non mancate.

Buona vita a tutti.